onoranze funebri

COSA FARE:

 

All’interno di ospedali o case di cura

  • Richiedere al caposala il foglio con le istruzioni di comportamento che generalmente la Direzione sanitaria ha predisposto in caso di decesso.
  • Diffidare sempre e comunque di chi, non richiesto, si offre per prestare servizi o per suggerire un’impresa funebre.

A casa

  • Richiedere l’intervento del medico curante o, se impossibilitato, della guardia medica. Allontanare chi, non richiesto, si presenta come incaricato di impresa funebre.

 

Scelta dell’impresa funebre

  • Rifarsi a precedenti esperienze:
  1. escludendo senza mezzi termini un’impresa che abbia dimostrato la propria incompetenza;
  2. confermando la fiducia a quella che si è dimostrata adatta.
  • Farsi consigliare da amici o parenti che hanno avuto recenti esperienze.
  • Verificare se l’impresa funebre aderisce o meno al Codice di Comportamento di categoria.

 

La predisposizione del servizio

  • Stabilire a priori un livello massimo onnicomprensivo di spesa per il funerale.
  • Predisporre anche per iscritto un elenco dell’occorrente, non dimenticando che l’impresa prescelta deve essere in grado di eseguire tutto al meglio, suggerendo le eventuali alternative per rendere meno dispendioso il servizio senza intaccarne la qualità.
  • Per la definizione del servizio con l’impresa, delegare se possibile un familiare emotivamente meno coinvolto o farsi accompagnare da persona amica.
  • Richiedere il preventivo scritto di ogni prestazione o fornitura attinente il funerale, confrontandola con i listini esposti, se presenti. La fattura deve essere per l’intero importo.

 

A conclusione del servizio

  • Controllare che l’ammontare finale sia equivalente al preventivo; eventuali scostamenti devono essere giustificati.
  • Farsi rilasciare regolare fattura del servizio funebre (regola vuole che ogni singola fornitura o prestazione sia dettagliata e, se del caso, documentata).
  • Conservare fattura e documenti per le deducibilità ammesse in sede di dichiarazione dei redditi.

 

COSA NON FARE:

ATTENTI ALLE TRUFFE!

  • Affidarsi alla prima impresa funebre che vi contatta dopo un decesso.
  • Richiedere fin dall’inizio il cofano più costoso, i fiori più belli, senza averne metri di paragone.
  • Lasciare libertà di prezzo per il funerale all’impresa funebre.
  • Firmare senza la valutazione di cosa vi sia scritto e tanto meno “in bianco”.
  • Richiedere o sollecitare favori da parte di pubblici funzionari, con mance o altri sistemi.
  • Andare contro la volontà espressa in vita dal familiare deceduto in quanto le sue scelte non coincidono con le vostre.
Share by: